Αναζήτηση καλλιτέχνη 
*Δημόσιος ιστότοπος     >Operabase Professional 
Εμφάνιση οδηγιών
 Καλλιτέχνης: Με ομόηχα

Omer Meir Wellber

Πρόγραμμα
Ρεπερτόριο
Φωτογραφίες
Βιογραφία
Βιογραφία
Επικοινωνία
Στοιχεία ατζέντη
 IMG London[Gen, Κόσμος]

Προσωπικοί και άλλοι ιστότοποι
 http://www.omermeirwellber.com

Επικοινωνία
 nmathias@imgartists.com
 +44 (0)207 957 5856
 Assistant: aclarke@imgartists.com

 

Omer Meir Wellber è nato nel 1981 nel Be’er Sheva ed è oggi considerato uno dei più grandi talenti d’Israele tra i giovani direttori d’orchestra. Non è soltanto il direttore ospite alla Israeli Opera ma è anche, dal 2009, il direttore stabile della Raanana Symphonette Orchestra, fondata nel 1991 per aiutare l’integrazione degli ebrei immigrati in Israele. Dal 2011 è, inoltre, direttore artistico del Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia come successore di Lorin Maazel, con un contratto che, per adesso, lo vede in carica fino al 2014 . Wellber, che attualmente vive in Italia, appare regolarmente anche all’Opera houses di Berlino, Dresda, Vienna, Venezia, Milano e Verona.

 

Wellber comincia la sua formazione musicale all’età di cinque anni con la fisarmonica e il  pianoforte. Si è interessato anche di composizione e all’età di nove anni ha ricevuto lezioni da Tania Taler. In seguito è divenuto allievo di Michael Wolpe fino al 2004. Si è diplomato al Conservatorio di Be’er Sheva già nel 1999. Da allora le sue opere sono state eseguite sia in Israele che all’estero e alla radio. Dopo la laurea, Wellber ha approfittato di una borsa di studio della American-Israel Cultural Foundation per proseguire i suoi studi dal 2000 al 2008, sotto la guida di Eugene Zirlin alla Jerusalem Music Academy, nel programma di Mendi Rodan.

 

Durante questo stesso periodo è apparso con la Israeli Sinfonietta, l’Israel Chamber Orchestra, la Jerusalem Symphony Orchestra, l’Haifa Symphony Orchestra e la Israel Symphony Orchestra Rishon Le’Zion, dirigendo una decina di prime esecuzioni israeliane e altra musica contemporanea. La sua Suite N.1 per Orchestra d’archi, Fagotto e Clarinetto, e il Concerto per Mandolino sono stati a loro volta eseguiti in anteprima in questo contesto. I suoi lavori per musica da camera sono stati eseguiti in anteprima dal Kaprisma Ensemble (Musica per dieci strumenti), dal Musica Nuova Ensemble (Quintetto per Oboe “The Last Leaf”) e dal Vienna Amber Trio (Piano Trio e Fisarmonica). Nel dicembre 2004 Wellber ha diretto la Israel Chamber Orchestra nella prima esecuzione del suo Concerto per Viola, scritto per Amichai Grosz del Jerusalem Quartet.

 

Dal 2005 Wellber è apparso regolarmente alla Israeli Opera di Tel Aviv dove ha diretto, tra le opere di Verdi, “La Traviata” , “La Forza del Destino”, “Il Trovatore”, “Rigoletto” e “Un Ballo in Maschera”; di Puccini, “Turandot” e “Madama Butterfly”; di Ponchielli, “La Gioconda”; di Donizetti, “L’Elisir d’Amore”; di Mozart, “Così fan tutte” e “Il Flauto Magico”; di Boito, “Mefistofele”; di Gounod, “Faust” e di Janacek, “The Cunning Little Vixen”. Nel Febbraio 2007 Wellber ha diretto un concerto di gala a Pechino con la City’s Philharmonic Orchestra. Poco dopo ha debuttato con l’Israel Philharmonic Orchestra.

In seguito, nell’ottobre 2008, ha diretto l’“Aida” al Teatro Verdi di Padova, per la cui esecuzione è stato nominato nuova scoperta dell’anno dalla rivista italiana “Classic Voice”.

 

 

Tra il 2008 e il 2010 è stato assistente di Daniel Baremboim alla Berliner Staatsoper Unter den Linden e alla Scala di Milano. Con grande entusiasmo viene acclamato dal pubblico e dalla critica per la direzione di “Aida” quando La Scala si è esibita all’Israeli Opera. Successivamente ha diretto, di Bizet, “Carmen” alla Staatsoper Berlin, il suo primo concerto al Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia, un concerto al Maggio Musicale Fiorentino; di Strauss, “Salome” come sostituto di Seiji Ozawa al Saito Kinen Festival di Matsumoto. Con grande entusiasmo sono state accolte, inoltre, una nuova produzione della ”Daphne” di Strauss alla Semperoper di Dresda, la “Tosca” di Puccini alla Berliner Staatsoper, e i concerti sinfonici a Verona e a La Fenice di Venezia.

 

Durante la stagione 2011/2012 ha diretto “Aida”, “Eugen Onegin” di Tchaikovsky, “L’Elisir d’Amore” di Donizetti, “Boris Godunov” di Mussorgsky, due opere di De Falla a Valencia, “La vida breve” e “El amor brujo”; “Tosca” e “Aida” alla Scala, il “Rigoletto” di Verdi quale apertura di un progetto triennale con la trilogia popolare al Vienna Festival, “Tosca” al Teatro Massimo di Palermo, “La Traviata” alla Berliner Staatsoper, “Tosca” a Valencia, “Carmen” e “L’Elisir d’Amore” a Venezia, “La Traviata” alla Bavarian State Opera di Monaco, più vari concerti sinfonici con l’ Orchestre de Paris, la Filarmonica della Scala, l’Israel Philharmonic Orchestra, l’Orchestra della RAI di Torino, la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin, la NDR Radiophilharmonie di Hannover, e la hr-Sinfonieorchester di Francoforte.

 

Dopo il “Macbeth” di Verdi a Verona, il “Rigoletto” e “I due Foscari” con Plácido Domingo a Valencia, i suoi prossimi impegni includono le anteprime de “Il barbiere di Siviglia” di Rossini e “Il Trovatore” di Verdi al Vienna Festival, l’“Aida” con La Fura dels Baus all’Arena di Verona, l’“Otello” di Verdi a Tel Aviv. Il “Così fan tutte” per l’apertura della trilogia Mozart/Da Ponte a Dresda, dove sono previsti molti altri impegni in futuro, e alcuni concerti sinfonici con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma.

 

Τελευταία ενημέρωση: 2014-01-07, 04:48 EDT (Omer Meir Wellber)